Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun Commento

Da Fossano a Benevagienna: nel cuore della Provincia Granda - Rerum Natura

Da Fossano a Benevagienna: nel cuore della Provincia Granda

| On 21, nov 2014

L’edificio simbolo della città di Fossano é il castello degli Acaja, costruito nel trecento e parzialmente adibito a dimora gentilizia: vi abitarono Emanuele Filiberto ed il figlio Carlo Emanuele I, a fine seicento venne adibita a prigione per 400 prigionieri Valdesi. Oggi restaurato, ospita la biblioteca, alcuni saloni espositivi, ed offre un percorso di visita che porta anche su una delle quattro torri angolari della fortezza, da dove si può godere del panorama della cittadina sottostante.
L’altra struttura dominante é l’imponente complesso dell’Ospedale Maggiore e della chiesa della S.S. Trinità costruita tra il 1724 ed il 1751 su progetto dell’arch. monregalese F. Gallo.
Via Roma è l’arteria principale del centro storico, porticata e con eleganti edifici, tra i quali i palazzi del Comune e della Cassa di Risparmio, la Cattedrale, ricostruita in forma rinascimentale nella seconda metà del settecento su progetto del Quarini.
Dal Duomo è consigliabile addentrarsi in “Borgovecchio”, arricchito dalla presenza di case medievali, della graziosa chiesa di S. Giorgio e da quella di S. Filippo Neri, con dipinti dei fratelli Pozzo, del Taricco e di P.P. Operti.
Poco fuori Fossano in direzione Torino si incontra il Santuario di Cussanio, luogo dove la Madonna apparse nel 1521, con interessanti quadri di Claret e di Beaumont.
Allontanandosi verso est, verso le Langhe, ci si avvicina al meglio preservato sito romano della provincia di Cuneo: Benevagienna. In origine Augusta Bagiennorum – così si chiamava in epoca romana – sorgeva in zona pianeggiante, ma fu trasferita nell’alto medioevo sulla collina per necessità difensive.
In frazione Roncaglia, a tre km. dal paese, sorge oggi il sito archeologico che presenta i resti del teatro, di una basilica paleocristiana, dell’acquedotto.
Il centro storico è un interessante insieme di case medievali e barocche, tra cui il castello, ora ospedale, la parrocchiale dell’Assunta di G. Boetto, il nobile edificio che ospita il Museo Civico, con reperti provenienti dalla città romana.
CONSIGLI PER GLI ACQUISTI:
Carni, salumi, formaggi, verdure, confezioni abbigliamento.

Fonte: http://www.turismocn.it/ur/CUNEESE/0/ITINERARI/zonaAreaView.html;jsessionid=AF34F7D34EAC9BB4739CF1C08FA74CFF?filter=AUTO

Loading Disqus Comments ...